Azione Colm in un organismo

How breathing works - Nirvair Kaur

Se il marito può bere il latte del seno della moglie

Azione Colm in un organismo d'azione per i servizi finanziari PASF. This summary has been archived and will not be updated, because the summarised document is no longer in force or does not reflect the current situation.

La presente comunicazione, sull'attuazione del Piano d'azione per i servizi finanziari, propone obiettivi politici e misure specifiche al fine di migliorare il mercato unico dei servizi finanziari. Il piano d'azione si basa inoltre sulle discussioni svoltesi in seno al gruppo per la politica dei servizi finanziari FSPGformato dai rappresentanti personali azione Colm in un organismo ministri delle finanze e della Banca centrale europea BCE.

Il azione Colm in un organismo d'azione per un mercato finanziario unico propone delle priorità indicative e un calendario di misure specifiche e mira a raggiungere tre obiettivi strategici: istituire un mercato unico dei servizi finanziari all'ingrosso; rendere accessibili e sicuri i mercati al dettaglio; rafforzare le norme di vigilanza prudenziale.

L'euro è il catalizzatore della modernizzazione dei mercati europei dei valori mobiliari e dei prodotti derivati. Sotto l'impulso delle azione Colm in un organismo di mercato l'organizzazione delle piazze finanziarie dell'Unione si è evoluta e i cambiamenti sono sfociati, per esempio, in relazioni più strette tra le diverse borse e in più efficienti sistemi di pagamento e azione Colm in un organismo delle operazioni su titoli.

Globalmente, le azioni previste riguardano i sei aspetti seguenti:. La creazione di un quadro giuridico coerente per i regimi pensionistici integrativi. Lo sviluppo dei sistemi pensionistici mediante capitalizzazione necessita della creazione di un quadro prudenziale rigoroso che garantisca un livello elevato di protezione degli affiliati. Su questo punto è prevista una comunicazione che servirà da base per la proposta di direttiva sulla vigilanza prudenziale dei fondi pensione.

La trasformazione radicale dei mercati finanziari si verifica soprattutto per l'impulso dei servizi all'ingrosso. Tuttavia, anche il settore del dettaglio sta attraversando una fase di importanti adattamenti. Attualmente è in vigore un quadro giuridico che permette agli istituti finanziari di realizzare le loro attività pur proteggendoli dai fallimenti e dal rischio sistemico.

Tuttavia, vi sono numerosi ostacoli giuridici, amministrativi e di diritto privato che impediscono l'acquisizione o la prestazione transfrontaliera di servizi di questo tipo conto bancario unico, crediti ipotecari, etc.

La comunicazione indica un certo numero di misure pratiche che potrebbero essere prese per porre rimedio a tale situazione nei seguenti sei settori chiave di azione:. Le garanzie normative dell'Unione devono adeguarsi alle nuove fonti di rischio finanziario e azione Colm in un organismo innovazioni in materia di vigilanza al fine di limitare i rischi sistemici o istituzionali per esempio adeguatezza patrimoniale, margine di solvibilità delle imprese di assicurazione e di tener conto dell'evoluzione delle realtà del mercato le cui istituzioni sono organizzate su base paneuropea azione Colm in un organismo intersettoriale.

Le misure proposte riguardano:. Le differenze delle forme di governo societario corporate governance tra i diversi Stati membri possono creare ostacoli giuridici e amministrativi al buon funzionamento del mercato finanziario dell'Unione. Per governo societario si intende un'ampia gamma di problemi le cui implicazioni per il mercato finanziario sono ancora poco chiare. Qualsiasi iniziativa comunitaria dovrà quindi limitarsi in un primo tempo all'esame dei codici nazionali di governo societario vigenti negli Stati membri al fine di individuare gli eventuali ostacoli al sano sviluppo di un mercato finanziario unico nell'Unione.

Un altro importante problema riguarda la rimozione degli ostacoli e delle distorsioni di natura fiscale. Sul piano politico sarebbe infatti difficile realizzare un mercato unico dei servizi finanziari senza portare a termine il processo di coordinamento fiscale nel settore dei azione Colm in un organismo finanziari. La Commissione inoltre persevererà nei suoi sforzi per smantellare gli ostacoli fiscali ad un mercato unico dei servizi finanziari pienamente funzionante.

Azione Colm in un organismo presenterà, con l'appoggio del Gruppo per la politica fiscale, proposte di direttive relative ai fondi pensione e alle assicurazioni. La comunicazione prevede la creazione di meccanismi per vigilare sui progressi realizzati e contribuire alla realizzazione concreta delle diverse azioni.

Tali meccanismi comprendono segnatamente il proseguimento delle attività del gruppo dei rappresentanti personali dei ministri delle finanze per individuare le sfide future, fornire dati strategici e definire le priorità.

Potrebbe anche essere creato un forum di alto livello con l'incarico di sondare l'opinione degli organismi che rappresentano le principali categorie dell'UE che hanno interesse a che i mercati finanziari funzionino in modo fluido ed efficiente. Gli organismi rappresentativi dell'UE dovranno anche coadiuvare la Commissione nell'individuazione di esperti del ramo che potrebbero aiutarla a valutare le conseguenze azione Colm in un organismo soluzioni più tecniche.

Assistita da quattro nuovi gruppi di esperti del mercato, la Commissione ha avviato una valutazione approfondita dello stato azione Colm in un organismo dei mercati finanziari europei.

Tale processo è in fase di inizio, mentre la fase legislativa quinquennale del PASF sta per giungere a termine. La valutazione deve essere ampia, trasparente ed aperta. La costituzione dei gruppi di esperti, composti da specialisti di alto livello nei settori bancario, assicurativo, della gestione patrimoniale e della negoziazione di titoli, costituisce la prima tappa del processo in questione. I gruppi hanno il compito di assistere la Commissione nell'individuare le principali questioni che dovranno essere esaminate nel corso della successiva consultazione.

In questa relazione la Commissione passa in rassegna le misure adottate in materia di servizi finanziari dalla metà del I lavori per l'attuazione delle misure adottate sono azione Colm in un organismo. La relazione menziona tra l'altro i risultati raggiunti per quanto concerne l'adozione dei seguenti atti:. Turning the Corner - Preparing the challenge of the next phase of European capital market integration" Servizi finanziari - Lavori ad una svolta: Preparare il passaggio alla prossima azione Colm in un organismo dell'integrazione del mercato europeo dei capitali.

Come priorità future la Commissione sottolinea l'importanza della continuazione dei lavori legislativi riguardanti:. Quest'ultima relazione intermedia PDF della Commissione giunge alla conclusione che il PASF, il cui completamento è previsto entro ilè stato uno dei motori dello sviluppo del mercato dei capitali europeo.

Il PASF ha infatti migliorato le prospettive di crescita sostenibile derivante dagli azione Colm in un organismo e le prospettive di occupazione. Nuovi progressi sono stati registrati nell'adozione delle misure legislative previste dal predetto piano ed in particolare:.

Tuttavia la relazione sottolinea che per via delle elezioni del Parlamento europeo e dell'allargamento dell'Unione europea a maggio e giugnoè essenziale giungere ad un accordo nel corso dei quattro prossimi mesi sulle misure importanti del PASF che devono essere ancora adottate, ovvero: la direttiva sui servizi di investimento, la direttiva sulla trasparenza e la direttiva sulle offerte pubbliche di acquisto.

Infine la relazione pone l'accento sulle iniziative prese dalla Commissione per valutare l'attuale stato di integrazione dei mercati finanziari europei. Secondo l'ottava relazione [ DE azione Colm in un organismo, ENFRPDF] le prospettive finanziarie globali rafforzano le argomentazioni politiche che sostengono l'integrazione dei servizi finanziari nell'Unione europea. Infatti, una tale integrazione grazie al PASF deve permettere di rafforzare la stabilità finanziaria e l'integrità del mercato, stabilire un quadro per l'attuazione di una legislazione europea comune in materia finanziaria ed il relativo controllo, nonché garantire l'integrazione armoniosa, nel sistema regolamentare dell'Unione europea, dei nuovi mercati che si aggiungeranno a seguito dell'allargamento.

Benché molte delle misure legislative necessarie alla creazione di un mercato finanziario integrato siano già state adottate, la relazione sottolinea l'importanza fondamentale di portare a termine l'adozione di tutte le rimanenti misure, di modo che il PASF sia completamente attuato entro il La settima relazione [PDF DEENFR ] evidenzia i notevoli progressi conseguiti nell'integrazione del settore, in particolare per quanto riguarda i servizi d'investimento, l'adeguatezza patrimoniale delle banche e delle imprese d'investimento, la compensazione ed il regolamento, la nuova proposta sulle OPA, i prospetti, i fondi pensione, i conglomerati finanziari e gli abusi di mercato.

Il testo sottolinea tuttavia che lo stesso slancio deve essere mantenuto se si vuole rispettare la scadenza fissata dal PASF nonostante i problemi incontrati dai mercati finanziari e la perdita di fiducia degli investitori. Per garantire un migliore seguito del PASF, la Commissione svilupperà una serie di indicatori al fine di ottenere una migliore classificazione, per ordine di priorità, delle misure di politica finanziaria.

È anche auspicabile estendere il metodo "Lamfalussy" che permette di rispondere rapidamente ed in modo flessibile agli sviluppi del mercato per l'insieme dei azione Colm in un organismo finanziari.

Questa sesta relazione constata che progressi tangibili sono stati realizzati ma ritiene che i quindici Stati membri debbano fare di più. Ricorda in particolare che otto proposte legislative devono ancora essere adottate in questo settore in tempi brevi. Tali proposte vertono sugli abusi di mercato, le garanzie finanziarie, la vendita a distanza dei servizi finanziari, gli azione Colm in un organismo assicurativi, i prospetti, i conglomerati finanziari, i principi contabili internazionali ed i fondi di pensione integrativa.

La relazione lamenta l'abbandono del progetto relativo alle OPA dopo dodici anni di negoziati e annuncia che la Commissione presenterà una nuova proposta in materia. A seguito del fallimento del gruppo americano Enron, un gruppo di esperti dovrà inoltre presentare alcune raccomandazioni "sulle migliori prassi in materia di governo societario e di audit". La Commissione sottolinea tuttavia che la maggior parte dei problemi sollevati dal menzionato fallimento è già presa in considerazione dal Piano d'azione.

Infine, sono allo studio nuove proposte sugli analisti finanziari e le agenzie di rating. La relazione intermedia sottolinea la necessità urgente di integrare il settore finanziario europeo. La relazione nota con soddisfazione i progressi realizzati, quali l'adozione della direttiva antiriciclaggio, l'accordo sul regolamento relativo ai pagamenti transfrontalieri, l'adozione dello statuto di società europea, l'accordo politico sulla direttiva sulla vendita a distanza e l'istituzione, nel settore dei valori mobiliari, dei comitati raccomandati nella relazione Lamfalussy.

La relazione valuta i progressi delle proposte e direttive in materia. Indica che la decisione spetta ormai al Consiglio ed al Parlamento europeo. Il Parlamento è per il momento poco propenso ad affidare poteri ad un organismo non elettivo ed è entrato in conflitto con il Consiglio su questo punto. La relazione segnala inoltre che occorre tenere conto dei rapidi cambiamenti intervenuti nel settore bancario, poiché la revisione della regolamentazione vigilanza è più urgente di quanto previsto.

Il bilancio è complessivamente soddisfacente anche se, in assenza di una dinamica sufficiente, il PASF non risulta attualmente in grado di rispettare l'ambiziosa scadenza del La Commissione ha adottato un calendario dettagliato per rispettare le scadenze, sottoposto al controllo del "Gruppo ".

Per seguire l'evoluzione e le tendenze dei mercati, l'esecutivo europeo ha elaborato un elenco di indicatori. La relazione rammenta che il Consiglio europeo di Lisbona ha chiesto che il Piano d'azione per i servizi finanziari sia attuato entro il La Commissione constata che sono stati compiuti dei progressi sostanziali.

Alcuni settori tuttavia hanno registrato pochi miglioramenti: statuto della società europea, frodi e contraffazioni nei sistemi di pagamento e recepimento da parte degli Stati membri della direttiva sul carattere definitivo del regolamento.

Per rispettare la scadenza deldeve essere accelerata l'attuazione del piano d'azione in cinque settori prioritari: un "passaporto europeo" per gli emittenti azionari, una maggiore comparabilità dell'informativa finanziaria delle società, l'eliminazione degli ostacoli agli investimenti dei fondi pensione e degli organismi d'investimento collettivo in valori mobiliari OICVMun miglior funzionamento del mercato transfrontaliero dei pronti contro termine e accordi di riacquisto dei titoli e una rifusione della direttiva sui servizi d'investimento.

Essa sottolinea i progressi compiuti azione Colm in un organismo diversi settori in seguito all'adozione di un certo numero di misure previste. La relazione fornisce inoltre una valutazione globale, positiva, degli sforzi fatti nell'elaborazione del lavoro di base per iniziative specifiche del piano d'azione, e riconosce l'importanza del contributo delle diverse parti operanti sui mercati, nonché dei consumatori e degli utenti.

La relazione sottolinea inoltre che il Consiglio e il Parlamento hanno raddoppiato, anche se non sempre con successo, i loro sforzi per accelerare l'iter di un certo numero di proposte. Essa invita in seguito la Commissione ad adoperarsi nei prossimi mesi per presentare una serie di misure importanti in conformità al calendario previsto dal piano d'azione fondi pensione, servizi d'investimento, modernizzazione della strategia contabile, commercio elettronico.

Oltre alle misure previste azione Colm in un organismo Piano d'azione, l'Unione europea dovrà migliorare la sua strategia in vista dei cambiamenti strutturali in corso nei mercati finanziari.

La Commissione ritiene che il quadro che regola in Europa il diritto societario ed il governo societario debba essere modernizzato, soprattutto a motivo dei recenti scandali finanziari, azione Colm in un organismo crescente tendenza delle società europee ad operare a livello transnazionale azione Colm in un organismo del mercato azione Colm in un organismo, dell'integrazione continua dei mercati dei capitali europei, dello sviluppo delle nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione e del prossimo allargamento dell'Unione europea a dieci nuovi Stati membri.

In questa prospettiva, la Commissione definisce gli obiettivi politici chiave, distribuisce le varie azioni a breve, medio e azione Colm in un organismo termine, indica quali strumenti utilizzare e quando utilizzarli. I principali obiettivi perseguiti dal suo piano d'azione sono: il rafforzamento dei diritti dei soci e della protezione dei terzi, e la promozione dell'efficacia e della competitività delle imprese.

Inoltre, nell'elaborare il piano d'azione, la Commissione tiene particolarmente conto della necessità di assicurare che tutte le iniziative in materia di regolamentazione comunitaria avviate nel suo ambito rispettino un certo numero di criteri di base, che consistono nel rispettare azione Colm in un organismo principi di sussidiarietà e di proporzionalità; nel dotarsi di una certa elasticità azione Colm in un organismo pur mantenendo fermi i principi; e nel contribuire positivamente all'evoluzione della regolamentazione a livello internazionale.

Molte iniziative, collegate al piano d'azione seppur distinte, sono ricomprese in questo approccio integrato, e precisamente:. This site uses cookies to improve your browsing experience. Would you like to keep them? Accept Refuse. Skip to main content.

This document is an excerpt from the EUR-Lex website. EU case-law Case-law Digital reports Directory of case-law. Quick search. Need more search options? Use the Advanced search. Summaries of EU Legislation. Help Print this page. Expand all Collapse all.

Title and reference. Languages and formats available. Multilingual display. Miscellaneous information. Archived: true. Piano d'azione per i servizi finanziari PASF La presente comunicazione, sull'attuazione del Piano d'azione per i servizi finanziari, propone obiettivi politici e misure specifiche al fine di migliorare il mercato unico dei servizi finanziari.